Il bello che hai dentro (di Felice Serino)

sarai o già sei musica e luce / se vivi per il bello / che ti fa vibrare le intime corde // pensi è un miracolo questo / fagottino che ti trovi in braccio / che dorme come un angioletto // nessuno potrà strapparti / il bello che hai già dentro // che ti; poesia Creative Commons

Sorgente: Il bello che hai dentro (di Felice Serino)

Annunci

Alessia e la natura buona

Alessia e la natura buona

Vede Alessia dal balcone mattinale
l’azzurrità perfetta e gioisce vestendo
la tinta con un completo nero
intonato al sembiante. Attimi rosa pesca
nel limbo della gioia di quando
è stata concepita Alessia.
Poi uno stormire di rami e di foglie
e coglie Alessia il senso dell’esistere
nella piantina di fragole dono di Giovanni
dall’azzurra isola di Capri e il rosso
dei frutti entra con dolcezza in di 18
grammi di ragazza l’anima.
Poi il gatto bianco fa le fusa della
sinfonia e Alessia diventa donna – gatto.

Raffaele Piazza

Attimi di rigenerazione di Alessia

Attimi di rigenerazione di Alessia

Risveglio nel freddo avviene per Alessia
nella villa di Mirta dove è ospite.
Cerca nel folto del piumone il Rosario
nella camera calcinata Alessia e prega
l’odore dei muri umidi a pervaderla
e fino all’anima scendono nel limbo
delle idee. Poi esce Alessia nel mitico
giardino aria pungente e sta infinitamente
nel gettare alla cagna Frida festosa
la palla e lei la riporta e gioca oltre il tempo
Alessia alla vita che non è più
nuotando esistere.

Raffaele Piazza

Franco Capasso

N° 2
( dal volume “Poesie del fuoco )

Se il vuoto tutto il vuoto
e l’ombra tutta l’ombra della notte
non decantasse le mie parole
e la mia luce non morisse
e non continuasse a rotolare
lungo i sentieri del giorno
la mia voce non cadesse
in riva al mare
e non cantasse
e non parlasse come parla il mare
certamente io sarei quel vuoto
e il vuoto di quell’ombra che si staglia
mortale sul mio volto.
*
FRANCO CAPASSO ( 1935 – 2006 )